04 ottobre 2015

Segnalazione #Made in Italy


Trilogia Alba e Fabrice di Amélie

 Sua... perché devo

Alba vive da sola con il figlio di sei anni. Il destino le ha giocato dei brutti scherzi, ma è sempre riuscita ad andare avanti… fino ad ora. Il suo nuovo lavoro come addetta alle pulizie nella sede milanese della Banque Populaire non le permette più di pagare tutte le spese. In breve tempo i debiti si accumulano e lei non sa come saldarli.
Il benessere di suo figlio è a rischio e questo la terrorizza. Quando è convinta che la sua vita non possa essere più incasinata di così, l’incontro ravvicinato con Fabrice Valois, direttore della banca, le fa cambiare idea. Alba viene subito colpita dai suoi occhi particolari, pallidi e freddi come il ghiaccio, misteriosi e capaci di arrivarle dritti all’anima. Si sente attratta da lui e questo sentimento si alimenta giorno dopo giorno, insieme a un’irrazionale paura. Fabrice è affascinante e… pericoloso. Ne ottiene conferma quando, disperata, gli confessa i suoi problemi. Il padrone di casa la sbatterà fuori se non pagherà le rate di affitto arretrate e lei si ritroverà in mezzo a una strada insieme al figlio. Fabrice si offre di darle il denaro di cui ha bisogno, ma a una sola condizione: Alba dovrà sottomettersi a lui per un week-end, diventando la sua schiava. L’uomo che la turba tanto è dunque un sadico, che si diverte a torturare e umiliare le donne, per privarle della loro dignità e costringerle ad abbassare la testa. Che cosa farà Alba? Accetterà o scapperà via da Fabrice?

 Sua... perché lo vuole
 Dopo aver detto addio a Fabrice e al suo lavoro alla banca, Alba, sebbene ancora sofferente per la sua terribile esperienza come sottomessa, cerca di trovare un nuovo impiego, senza avere successo. Quando scopre che la colpa è di Fabrice, si precipita da lui come una furia, vomitandogli addosso il suo disprezzo. Fabrice le confessa che la rivuole e che continuerà a sbarrarle ogni strada che possa condurla lontano da lui. È solo questione di tempo, ma lei tornerà e si sottometterà ancora alla sua volontà. Dopo un mese, la minaccia di Fabrice si concretizza: Alba è costretta a tornare sui suoi passi e ad accettare il destino che lui le ha imposto. Adesso è di nuovo una schiava, ha di nuovo un padrone. A poco a poco, però, inizia a notare qualcosa di diverso in lui e a intravedere degli sprazzi di luce nella sua anima oscura. Esiste forse una speranza di redenzione? Intanto, qualcuno sembra avercela con Fabrice, tanto da attentare più volte alla sua vita. È vendetta ciò che cerca. Alba viene trascinata in una spirale di eventi, che la avvicinano sempre di più a Fabrice e al suo misterioso passato. Avrà la forza necessaria di stargli accanto fino alla fine? E Fabrice rimarrà l’uomo risoluto e imperturbabile che è sempre stato, oppure inizierà ad abbandonarsi ai sentimenti?



Sua... perché lo amo
 Alba ha trovato un lavoro come commessa in una boutique, dimenticando i problemi economici, e ogni giorno può contare sull’affetto del figlio e delle sue colleghe, eppure, si sente triste, sola e incompleta lontano dal suo amore, l’affascinante e tormentato Fabrice Valois, che dopo averle raccontato il suo terribile passato, ha deciso di lasciarla andare per paura di farle del male. La vita tranquilla e piatta che la ragazza conduce da oltre tre mesi, viene improvvisamente sconvolta da un evento inaspettato, che alla fine la porterà a chiedere aiuto proprio all’uomo che l’ha respinta: Fabrice. Lui accetterà di aiutarla, ma Alba non dovrà pretendere nient’altro. I due intraprenderanno fianco a fianco un viaggio molto difficile, che li metterà di fronte alle loro debolezze e paure e li porterà a combattere contro nemici arrivati dal passato e intenzionati a distruggerli. Riusciranno Alba e Fabrice a superare gli ostacoli che il Destino ha posto sul loro cammino? E l’amore di Alba sarà più forte dei demoni che albergano nell’anima lacerata di Fabrice?
Sua… perché lo amo è il terzo volume della trilogia erotica/dark ‘Alba & Fabrice’. 





Trilogia Essenze di Marta Rei




Voce dell'ombra
 Il ricatto, la voce sconosciuta che la pretende nell’oscurità di una squallida camera del teatro e poi… il sesso impostole.
Luce non può ribellarsi, deve fare una scelta: la vita che ha sempre conosciuto oppure il futuro incerto. La sua esistenza da ventenne spensierata sta avendo fine, divisa e contesa tra un estraneo e il proprietario del teatro più famoso d’Italia, Efrem Rossini. Di uno conosce solo l’impeto della passione e il tono roco mentre la fa sua, dell’altro lo sguardo intenso e possessivo, la perversione che lo contraddistingue con i suoi giovani amanti, uomini e donne.
Efrem l’ha aiutata in un momento di difficoltà, Luce è orfana da quando ha sedici anni, e lui ha accettato di prendersi cura di lei e di darle lavoro, nonostante la sua giovane età e inesperienza. Lei non riesce a rifiutargli la sua gratitudine. Riuscirà, però, a negargli ciò che lui più desidera? 


Il mondo oscuro di Sonia Vela

Il Male serpeggia tra i membri
della congrega. Due occhi inquietanti spiano Sara dal mondo oscuro. Tre amiche
per la pelle lotteranno per sconfiggere il circolo. Un sogno, una realtà
indefinita, una dimensione parallela e loro, le streghe, che con i poteri della
natura sfideranno Jonathan e i suoi alleati.

Sara è confusa, il suo cuore è in
tumulto e il suo amore è conteso. Davanti a lei una scelta che potrebbe
cambiare la sua vita per sempre..




Io ti credo di Irene Pistolato

La vita di Vanessa Coletti sembra normale, addirittura banale: ha un lavoro che le piace presso un'agenzia immobiliare e un compagno che ama. La telefonata del suo capo, ansioso di avere dei documenti per lui importanti, la obbliga a raggiungerlo. Ciò che troverà in quell'appartamento sarà l'inizio di tutto. Il corpo dell'uomo è a terra, riverso in una pozza di sangue. La polizia fa irruzione nell'abitazione, trovando Vanessa sul luogo del delitto. L'ispettore Stefano Rosti è a capo dell'indagine: è lui che deve indagare sul caso, l'unico che può dare una mano a Vanessa e, probabilmente, anche l'unico a credere nella sua innocenza.

 



 

3 commenti:

  1. Grazie per la segnalazione! Complimenti agli altri autori!

    RispondiElimina
  2. Grazie mille per la segnalazione ❤

    RispondiElimina
  3. Grazie mille per la segnalazione!
    Amélie

    RispondiElimina